In viaggio

DESTINAZIONE: JET LAG

Consigli e rimedi per il mal di testa in viaggio.

 

Sali sull’aereo, trovi il tuo posto, il bambino accanto a te piange disperato, non riesci a chiudere occhio, fai scalo, scendi dall’aereo, trovi il gate giusto, risali sull’aereo, c’è una coppia che non smette di sbaciucchiarsi, mancano ancora due ore, finalmente atterri, applauso, arrivi all’albergo, sei stanco morto, ma non riesci a dormire, hai un terribile mal di testa, maledetto jet lag.

Ogni volta la stessa storia, tanto vale che compri il biglietto anche per lui, il tuo fedelissimo compagno di viaggio: il jet lag. E anche per il suo fidato compare, il mal di testa da sonno

Ma davvero non si può fare nulla per evitarlo?

Il jet lag o “sindrome da fuso orario” è una condizione di malessere generale che ci colpisce quando si altera la regolarità dei cicli cosiddetti circadiani, cioè quando il corpo perde la sincronia con gli orari e con l’alternanza di luce e buio a cui è abituato. 

Il nostro organismo funziona come una macchina e ama la regolarità, per questo accusa in maniera negativa le variazioni che sono all’ordine del giorno quando si viaggia da un capo all’altro del mondo.

Di regola i sintomi del jet lag si manifestano entro uno o due giorni dalla partenza, specialmente se si attraversano due o più fusi orari:

  • Stanchezza e affaticamento;
  • Mancanza di appetito;
  • Mal di testa forte, nausea, dolori muscolari;
  • Insonnia o eccessiva sonnolenza;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Problemi di digestione, costipazione o diarrea.

Gli effetti del jet lag si diversificano notevolmente a seconda della direzione del viaggio, è meno pesante quando si procede da est a ovest perché è più facile posticipare il sonno di qualche ora piuttosto che costringersi ad andare a dormire prima dell’orario solito. 

Fortunatamente ci sono delle strategie che si possono applicare per alleviare questo fastidiosissimo disturbo, ecco alcuni consigli su cosa fare prima, durante e dopo il volo:

SONNO

Cerca di abituarti progressivamente agli orari del luogo di destinazione quando sei ancora a casa, anticipa o posticipa di circa mezz’ora al giorno il momento in cui vai a dormire e ti alzi al mattino.

 

ORARIO

Mentre sei ancora in volo sincronizza il tuo orologio con l’orario di destinazione e cerca di dormire nelle ore consone al luogo di destinazione.

 

DIETA

Bevi molta acqua e mangia leggero, evita gli alcolici e i cibi che potrebbero appesantirti in modo da affaticare il meno possibile il tuo corpo.

 

FARMACI

Non è necessario fare gli stoici, se il mal di testa e i dolori muscolari si fanno sentire assumi i medicinali tempestivamente nei giusti dosaggi prima che il dolore diventi insostenibile.