I BENEFICI DELLO SPORT PER L’EMICRANIA

I BENEFICI DELLO SPORT PER L’EMICRANIA

Il regolare svolgimento di un esercizio fisico ha effetti benefici sulla frequenza, sull'intensità e sulla durata degli attacchi sia di emicrania sia di cefalea tensiva.

In particolare molti studi concordano sul fatto che lo svolgimento di un’attività aerobica regolare oltre a migliorare la qualità di vita, riduce in modo sostanziale il rischio di sviluppare un’emicrania cronica.

Il termine sport di tipo aerobico si riferisce ad una attività fisica a bassa intensità e lunga durata (come la corsa, la camminata sostenuta, la cyclette etc). I suoi benefici sul controllo del dolore derivano principalmente dal fatto che favorisce il rilascio di endorfine e l’attivazione di numerosi meccanismi che agiscono a livello  del sistema nervoso centrale cerebrale riducendo la percezione del dolore.

Nel complesso l’attività fisica apporta molteplici benefici al paziente emicranico.

In primo luogo l’esercizio fisico migliora la qualità del ciclo sonno-veglia, inoltre contribuisce a contrastare alcuni disturbi che possono presentarsi in associazione con l’emicrania quali l'obesità, l'ipertensione, la dislipidemia, il disturbo delle apnee in sonno i disturbi d’ansia e la depressione. In casi selezionati è fondamentale scegliere la migliore attività fisica confrontandosi con il proprio neurologo esperto della cefalea.

E’ il caso dei pazienti con mal di testa dopo sport o di quelli affetti da cefalea tensiva associata a dolore cronico (ad es. dolore muscolo-scheletrico o articolare).

In quest’ultimo caso l’attività fisica va spesso concordata anche con uno specialista ortopedico o della riabilitazione per scegliere con attenzione l’attività da svolgere evitando eventuali esercizi che possano contribuire ad aggravare il dolore.