I SINTOMI DI EMICRANIA E ALTRE CEFALEE

I SINTOMI DI EMICRANIA E ALTRE CEFALEE

I sintomi dell’emicrania sono rappresentati dalla presenza di attacchi di cefalea di intensità moderata o severa, a carattere pulsante della durata che varia dalle 4  alle 72 ore (3 giorni).

In caso di persistenza dell’attacco oltre le 72 ore si parla di stato emicranico. Nei bambini e negli adolescenti (minori di 18 anni) gli attacchi possono durare 2-72 ore.

La cefalea tensiva è caratterizzata da un dolore solitamente bilaterale, a localizzazione variabile, di tipo gravativo-costrittivo, che viene descritto dai pazienti come “un peso”, “una morsa o un cerchio che stringe”, “a cerchio”, “a cappa”, “a fascia”,”a casco”.

L’intensità del mal di testa è normalmente lieve-moderata. La durata di un attacco di cefalea tensiva varia dai 30 minuti ai 7 giorni.

La nuova classificazione distingue la cefalea tensiva in base alla frequenza in episodica infrequente (meno di un giorno di cefalea al mese), episodica frequente (da 1 ai 14 giorni di cefalea al mese) e cronica (15 o più giorni di cefalea al mese).

Nella cefalea a grappolo, così come nelle altre rare cefalee autonomico-trigeminali, il dolore è di intensità molto elevata. E’ sempre unilaterale, si localizza a livello oculare-retrooculare e più raramente in regione sopraorbitaria e/o alla tempia.

La nevralgia del trigemino è caratterizzata da attacchi di dolore improvvisi, di intensità estremamente severa, tipicamente superficiale, urente, trafittivo, lancinante, spesso descritto come “scossa elettrica”. L’attacco ha una durata pochi secondi (fino ad un massimo di 2 minuti), può ripetersi in salve anche di lunga durata ed è localizzato ad un lato del viso,  più frequentemente a livello di guancia-ala del naso o al labbro inferiore-mento, solo nel 5% dei pazienti il dolore è riferito a occhi e fronte.