Fotofobia, Fonofobia e altri sintomi del mal di testa

FOTOFOBIA, FONOFOBIA E ALTRI SINTOMI DEL MAL DI TESTA

Il nostro cervello funziona come un filtro che distingue gli stimoli potenzialmente “dannosi”. Molti pazienti presentano una maggiore avversione a vari stimoli sensoriali nel corso di un attacco acuto mal di testa.

Questi includono il fastidio ai rumori (fonofobia), alla luce (fotofobia) e agli odori (osmofobia). Questi sintomi sono comuni e generalmente intensi nell’emicrania, ma possono essere presenti in altre cefalee primarie come la cefalea tensiva.

La fonofobia è il fastidio a rumori, suoni che normalmente non sono disturbanti. Si verifica nel 70-80% dei pazienti con emicrania durante un attacco acuto.

La fotofobia è anch’essa presente in oltre l'80 per cento dei soggetti emicranici.

Per alcuni la luce funge anche da fattore scatenante l’emicrania, in particolare di fronte a luci brillanti o tremolanti, come la luce del sole, il bagliore, le luci fluorescenti, e gli schermi di computer a bassa risoluzione.

Per altri, la luce può amplificare il dolore: alcune persone riferiscono che il loro mal di testa si intensifica rapidamente dopo essere stati esposti alla luce, e che al contrario il dolore diminuisce dopo il passaggio a un luogo buio.

Chi soffre di emicrania sembra essere più sensibile alla luce in generale, anche quando non sta avendo un attacco di emicrania.

L’ osmofobia è una maggiore sensibilità e intolleranza a certi odori durante gli attacchi di mal di testa.

Occorre nel 24,7-47,7% dei soggetti emicranici ed è un sintomo specifico per fare diagnosi di emicrania, in particolare quando sono assenti nausea o vomito. Raramente è riportato in pazienti con cefalea di tipo tensivo o cefalea a grappolo.